mercoledì, novembre 28, 2007

La leggenda dei monti naviganti


Questo libro mi ha accompagnato per un lungo periodo, accordandosi con il mio altalenare tra città e montagna.
E' diviso in due parti, la prima dedicata al viaggio che Rumiz fece anni fa in bicicletta lungo le Alpi, con un inizio molto divertente che riguarda proprio il punto iniziale della catena montuosa.
La seconda parte è dedicata agli Appennini, viaggio fatto a bordo di una Topolino, e un paragrafo è dedicato proprio a Porretta, a Francesco Guccini, al Corno alle Scale e a quel pezzettino di montagna che a poco a poco sto imparando a conoscere. Ma ci sono racconti bellissimi anche di quell'Appennino abbruzzese, della Majella e del Gran Sasso, che ho imparato ad amare da adolescente quando con la mia famiglia si passavano le vacanze in Abruzzo, e ci sono pure racconti che assomigliano a quelli bellissimi della sorella di Giuliana, la nostra Mamma in corriera!
E c'è il viaggio, avventuroso, in casa propria, lungo strade sconosciute, alternative, perdendosi e ritrovandosi, o lasciandosi portare senza meta in luoghi straordinari. Ci sono incontri con persone straordinarie, baristi, osti, locandiere, ma anche anziani, guardaboschi, pastori, contadini, insomma, personaggi che per una cittadina come me assumono un alone da favola.
Tanti anni fa ho letto Strade Blu, di William Least Heat Moon, viaggio lungo le strade secondarie degli Stati Uniti, alla ricerca delle proprie radici, e ne ero rimasta affascinata.
Questo libro è la nostra America non ufficiale, il nostro Wild West.

5 commenti:

Isabel Green ha detto...

me lo consigli?

Marta ha detto...

Sono convintissima che per avere sensazioni forti non è necessario fare viaggi epici o andare dall'altra parte del mondo, basta andare poco lontano. Dipende da come viaggi e con che occhi guardi. Tu hai sicuramente degli occhi fantastici, riesci a vedere tante cose che non tutti riescono a vedere!!!!

Labelladdormentata ha detto...

Isabel, te lo consiglio, a me è piaciuto moltissimo. Del resto mi sono ripromessa di scrivere anche dei libri che non sono riuscita a finire o che non mi sono piaciuti. Per ora sono stata fortunata!
Marta, troppo buona!

Gallinavecchia ha detto...

Sembra davvero interessante. Quasi-quasi lo aggiungo nella letterina a Babbo Natale :-)

CresceNet ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Neve

Berlino

Porretta Soul Festival 2007

Porretta Terme

Castel di Casio

I giardini del Casoncello

L'eremo

The Idiot Test

Un giochino scemo ma simpaticissimo... un test d'intelligenza (o stupidità?) che tutti dovreste superare senza sbagliare nemmeno una volta (ve l'abbiamo detto che è stupido!).

The Idiot Test 2

The Idiot Test 2

Secondo appuntamento con l'Idiot Test, che tanto successo ha riscosso tra gli 'intelligentoni' del web. Ancora una volta un test simpaticissimo che tutti dovreste superare senza sbagliare nemmeno una risposta.

The Idiot Test 3

Idiot Test 3

Terzo appuntamento con il test più idiota del web, che continua a riscuotere un notevole successo tra i navigatori 'più stupidi'. Ancora una volta sarete sfidati a superare un simpaticissimo test..